Comune di Fondi

Il portale ufficiale del Comune di Fondi

Approvato in Consiglio il Bilancio di Previsione finanziario 2022-2024


È stato approvato, in largo anticipo rispetto alla tabella di marcia di migliaia di comuni italiani, il Bilancio di previsione finanziario 2022-2024. Il punto è stato votato favorevolmente, nel corso della seduta consiliare di ieri, da una maggioranza compatta a determinata a raggiungere un obiettivo che si era posta sin dall’insediamento: approvare il bilancio previsionale entro l’anno corrente.

Efficienza, efficacia, economicità e stime prudenziali sono state le tracce che, sulla base delle direttive impartite dal sindaco Beniamino Maschietto, dell’assessore al Bilancio Vincenzo Carnevale e dell’intera maggioranza, hanno guidato il secondo settore del Comune di Fondi nella redazione di un lavoro lungo, complesso ma importantissimo per il funzionamento della macchina organizzativa.

«Avvicinarsi al 2022 con un bilancio di previsione già approvato – commentano il primo cittadino Maschietto e l’assessore Carnevale – vuole dire affrontare il nuovo anno in maniera programmata, strutturata e snella dato che progetti e interventi in cantiere hanno già la necessaria copertura finanziaria; vuol dire, dunque, raggiungere gli obiettivi che l’amministrazione si è preposta, nell’interesse dei cittadini, in maniera più celere e tempestiva. A fronte di un’aliquota Imu aumentata di un solo punto percentuale e, comunque, di gran lunga al di sotto dell’aliquota massima e della media provinciale, regionale e nazionale dei comuni di pari dimensioni, è stato previsto un gettito aggiuntivo di circa un milione di euro che sarà utilizzato, secondo il documento approvato, nella manutenzione di strade, illuminazione, verde pubblico e decoro urbano (60% degli introiti aggiuntivi previsti), nel settore turismo, cultura, sport e promozione del territorio (20% pari a circa 200mila euro) e per la copertura dell’aumento dei costi dell’energia elettrica (20%). Nonostante questo piccolissimo aumento – concludono - la pressione fiscale sui concittadini resterà tra le più basse in provincia di Latina».

Con la delibera approvata nel corso del Consiglio comunale di ieri, l’aliquota Imu passa infatti da 9 per mille a 10 per mille e, quindi, ben al di sotto del limite massimo fissato al livello nazionale con la Legge di Bilancio (11,4 per mille).

«Un plauso – concludono il sindaco Maschietto e l’assessore Carnevale - va a tutti i membri della commissione Bilancio e alla presidente Elisa Carnevale che hanno fornito suggerimenti e spunti di cui abbiamo fatto tesoro, alla dirigente Tommasina Biondino e agli uffici comunali che hanno lavorato fuori orario e all’intera maggioranza che, esprimendo un importantissimo voto favorevole in Consiglio, ha reso possibile il raggiungimento di un obiettivo prezioso per l’intera città».

I dettagli del bilancio saranno spiegati in un dossier che sarà presentato alla stampa e alla cittadinanza al fine di rendere di più facile comprensione le varie voci di un documento di centinaia di pagine.