Comune di Fondi

Il portale ufficiale del Comune di Fondi

Consiglio comunale del 31 Luglio 2020


Fondi, 1 Agosto 2020

AGLI ORGANI DI STAMPA

 

 

Ha avuto luogo nel pomeriggio di ieri, Venerdì 31 Luglio, la Seduta Pubblica Straordinaria del Consiglio comunale.

Nel corso dei lavori il Presidente del Consiglio comunale Onorato De Santis ha evidenziato l’urgenza e l’indifferibilità per ogni punto all’odg, ai sensi dell’art. 38, comma 5 del Tuel, e il relativo parere del Dirigente del competente Settore per ciascuna delibera.

L’Assessore al Bilancio Daniela De Bonis ha illustrato il punto “Approvazione tariffe, numero rate e scadenza pagamenti Tassa sui rifiuti (TARI), anno 2020”. L’Assessore ha reso noto che «la deliberazione ARERA del 31/10/2019 ha modificato i criteri e le modalità di redazione del Piano economico finanziario, creando difficoltà a tutti gli enti locali nazionali. In ragione di ciò i gestori, anche quello del Comune di Fondi, non hanno predisposto il piano economico finanziario. Considerate tali difficoltà il legislatore ha consentito di approvare le tariffe del 2019 anche per il 2020. In ragione dell’emergenza da Covid-19, l’Amministrazione comunale ha ritenuto opportuno stabilire, esclusivamente per l’anno 2020, le seguenti scadenze di pagamento: prima rata 20 Ottobre 2020; seconda rata 15 Dicembre 2020. Al fine di mitigare gli effetti sulle varie categorie di utenze derivanti dalle limitazioni introdotte a livello nazionale o locale dai provvedimenti normativi adottati per contrastare l’emergenza Covid-19, l’ARERA ha concesso la possibilità ai Comuni che ne avessero le disponibilità finanziarie di procedere a riduzioni della tariffa. In particolare, l’esenzione temporanea della quota variabile TARI per n°3 mesi dell’anno 2020 per le utenze non domestiche che durante l’emergenza epidemiologica sono state obbligate dai provvedimenti emanati dal Governo alla chiusura delle attività, e un bonus sociale per i rifiuti, che sarà applicato solo in seguito alle modalità attuative che saranno definite dalla stessa ARERA. Il Comune di Fondi ha comunque mantenuto tutte le riduzioni contenute nel Regolamento TARI, e in particolare: quella fino al 50% del tributo per le utenze domestiche accatastate in categoria A presso cui risulta residente un soggetto diversamente abile, con grado di invalidità pari al 100%; quella fino al 100% del tributo per le utenze domestiche accatastate in categoria A presso cui risulta residente un nucleo familiare che versa in condizioni di disagio economico e che è stato preso in carico dai Servizi sociali dell’ente, previa presentazione di specifica domanda di agevolazione; l’esenzione del tributo TARI per i primi tre anni di esercizio per coloro che avviano un’attività commerciale o artigianale nel centro storico in locali sfitti da almeno sei mesi».

Nel suo intervento Luigi Parisella ha annunciato voto contrario non essendo favorevole alla differenziata “porta a porta”, prediligendo sull’intero territorio comunale l’utilizzo di isole ecologiche per il conferimento dei rifiuti al fine di rendere più decorosa la città.

Ha annunciato voto contrario anche il Consigliere PD Mario Fiorillo, ritenendo il punto una riproposizione delle tariffe dell’anno precedente, «sulle quali abbiamo espresso voto contrario», e per le perplessità sulle modalità di svolgimento del servizio.

Il punto è stato approvato con 14 voti favorevoli e 3 contrari (Fiorillo, Paparello, Luigi Parisella).

Nell’illustrare nei dettagli il successivo punto “Riconoscimento di legittimità di debito fuori bilancio art. 194 comma 1, lett. a) del D.Lgs. 18 Agosto 2000, n. 267 e s.m.i. sig.ra F.F.” l’Assessore al Bilancio ha precisato che «il riconoscimento dei debiti fuori bilancio da parte del Consiglio comunale nelle ipotesi indicate dal Tuel, e in particolare in presenza di una sentenza esecutiva, è obbligatorio in quanto ove non fosse riconosciuto si esporrebbe l’Ente al rischio di condanna per danno erariale».

Il punto è stato approvato con 16 voti favorevoli e 1 contrario (Luigi Parisella).

Il capogruppo di F.I. Vincenzo Carnevale ha poi illustrato il punto riguardante l’aggiornamento del Programma triennale delle opere pubbliche – elenco per il triennio 2020-2022 ed elenco per l’annualità 2020: «Avendo ottenuto nell’anno 2020 dalla Regione Lazio i finanziamenti relativi a lavori di riqualificazione nell’area dell’ex chiesa di S. Antonio abate per 200 mila Euro e a interventi di efficientamento energetico, adeguamento degli impianti tecnici e miglioramento dell’accessibilità da effettuare presso l’edificio che ospita la scuola materna S. Magno per circa 200 mila Euro, entrambi previsti per il 2021, li abbiamo anticipati all’annualità 2020». Inoltre ha reso noto che con delibera di Giunta del 21 Luglio u.s. è stato approvato il progetto di fattibilità per lavori di manutenzione straordinaria, messa in sicurezza, efficientamento energetico, adeguamento dei servizi di accoglienza, informatizzazione e fruibilità dei luoghi da parte delle persone diversamente abili dei locali della Biblioteca comunale - Centro multimediale “Dan Danino di Sarra”, prevedendone l’inserimento nell’annualità 2021 del triennale OO.PP.

Nei loro interventi Mario Fiorillo, Maria Civita Paparello e Luigi Parisella hanno anticipato la loro contrarietà. Nello specifico, Parisella ha rilevato la mancanza in città di adeguati spazi di aggregazione, parchi e verde pubblico.

Vincenzo Carnevale è intervenuto nuovamente al fine di precisare che con il terzo punto all’odg non vengono approvati due progetti nuovi, cosa che era avvenuta nel Febbraio 2020 con l’approvazione del bilancio al Programma triennale OO.PP., e pertanto «con il punto che siamo oggi chiamati ad approvare prendiamo atto dei due finanziamenti regionali e anticipiamo di conseguenza la realizzazione degli interventi».

Il punto è stato approvato con 13 voti favorevoli e 3 contrari (Fiorillo, Paparello, Luigi Parisella).

L’Assessore al Bilancio ha in seguito relazionato sul punto “Salvaguardia e assestamento generale degli equilibri di bilancio 2020 (art. 175, comma 8 e art. 193, comma 2 del D.Lgs. 267/2000)” con cui si adempie all’obbligo di legge per il quale gli Enti comunali entro il 31 Luglio di ciascun anno devono provvedere alla verifica e all’approvazione dell’assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri: «Come tutti sappiamo l’emergenza sanitaria ha determinato ripercussioni sulle entrate dei Comuni italiani causando una conseguente emergenza economica. A tal riguardo è stata stimata un perdita di almeno 3 miliardi di Euro per gli Enti locali a causa di una riduzione generalizzata delle Entrate tributarie e di quelle extra-tributarie. L’assestamento e gli equilibri di bilancio che si portano all’attenzione di questa assise sono pertanto caratterizzati da una profonda incertezza sull’andamento delle entrate locali per effetto di tale emergenza. In ragione di ciò l’Ente in via prudenziale ha ridotto lo stanziamento delle entrate rispetto alla previsione di Bilancio. In particolare, tali riduzioni comportano minori entrate tributarie pari a 1 milione e 900 mila Euro e una riduzione delle entrate extra-tributarie pari a circa 1 milione di Euro. Non sono state previste riduzioni per gli introiti della TARI ordinaria, vigendo ancora il principio della copertura totale del servizio, e sono state previste importanti agevolazioni per le utenze. Recependo il decreto legge 34/2020, in particolare l’art. 181, che ha previsto l’esonero del pagamento delle imprese di pubblico esercizio dell’occupazione del suolo pubblico per il periodo 1° Maggio - 31 Ottobre, con un trasferimento compensativo già erogato al nostro Ente di 69.759,15 Euro, il Comune di Fondi ha inoltre previsto, per favorire indistintamente tutte le utenze, una riduzione generalizzata della Cosap del 25%, come da atto di indirizzo contenuto nella delibera di Giunta del 1° Aprile 2020. Inoltre abbiamo previsto la copertura finanziaria finalizzata ad una ulteriore riduzione per l’occupazione del posteggio dei mercati e l’estensione dell’esenzione per le imprese di pubblico esercizio fino al 31 Dicembre 2020, di cui successivamente si dovrà prendere atto. A fronte di tali riduzioni di entrata e agevolazioni, è stato possibile mantenere gli equilibri di bilancio grazie alla manovra di rinegoziazione dei mutui e ai trasferimenti statali». In seguito l’Assessore De Bonis ha dato atto agli Uffici, in particolare ai Settori Servizi sociali, Polizia Locale e Protezione civile e Bilancio, dell’impegno prioritario nello svolgimento delle attività atte a garantire tutti i servizi, il sostegno e ogni altra attività connessa alla gestione dell’emergenza da Covid-19, e in conclusione ha affermato «con grande soddisfazione che è stato garantito l’assestamento di bilancio e grazie alla manovra finanziaria attuata sono stati mantenuti gli equilibri di bilancio che hanno avuto il parere favorevole del Dirigente del settore finanziario e il parere favorevole del Collegio dei Revisori dei Conti. Considerato che quello odierno è l’ultimo Consiglio comunale della consiliatura, che mi ha vista impegnata in questo importante e delicato ruolo, permettetemi di dire che in questi cinque anni affrontare gli adempimenti connessi alla contabilità finanziaria non è mai stato facile. Tradurre in azioni concrete le scelte che interessano i cittadini con le risorse finanziarie a disposizione non è sempre così agevole come si potrebbe pensare. Tuttavia non abbiamo mai perso di vista l’obiettivo di gestire con oculata responsabilità le risorse disponibili al fine di garantire una buona gestione del bene pubblico mediante il contenimento della pressione fiscale, il potenziamento delle politiche sociali ed economiche, la valorizzazione del territorio. Da ultimo, considerato il particolare momento storico, che rappresenta sicuramente per l’intera nazione il periodo più difficile dal dopoguerra, permettetemi di fare dei doverosi ringraziamenti a tutta l’Amministrazione comunale e in primis al Sindaco, agli Assessori, a tutti i Consiglieri comunali senza alcuna distinzione di appartenenza politica, ai dipendenti comunali e ai Dirigenti per il grande lavoro svolto in questi cinque anni e soprattutto in questa delicatissima fase di emergenza sanitaria che mai avremmo immaginato di vivere, che ci ha visti tutti impegnati in maniera fattiva sin dalle prime fasi, con il fondamentale contributo delle Associazioni di volontariato, nel rivolgere una particolare attenzione alle famiglie e alle diverse attività commerciali e produttive, cercando di garantire il massimo sostegno possibile di fronte a un evento le cui dimensioni erano sicuramente inaspettate».

Il punto è stato approvato con 13 voti favorevoli e 1 contrario (Luigi Parisella).

L’Assessore De Bonis ha in seguito illustrato congiuntamente i punti inerenti l’autorizzazione allo svincolo somme per gli accessi a mare - 1° stralcio Torre Canneto e Borgo Sant’Antonio e per la realizzazione di una pista ciclabile tra via Torre e via Spinete II: «La vigente normativa prevede che in occasione dell’assestamento generale di bilancio, oltre alla verifica di tutte le voci di entrata e di spesa, l’ente deve procedere, in particolare, anche alla verifica dell’andamento delle coperture finanziarie dei Lavori Pubblici al fine di accertarne l’effettiva realizzazione e ad adottare gli eventuali provvedimenti in caso di modifica delle coperture finanziarie previste. Per quanto riguarda le opere contenute nel Piano triennale delle opere pubbliche approvato in sede di bilancio di previsione per gli anni 2020/2022, la loro realizzazione era prevista mediante cofinanziamento della Regione Lazio e risorse del bilancio del Comune di Fondi provenienti dalle entrate comunali. Considerate le minori entrate conseguenti all’insorgere e al diffondersi dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, suscettibili di compromettere sensibilmente gli impegni finanziari assunti con l’approvazione del bilancio di previsione 2020/2022 in relazione agli interventi di cui al Piano triennale , il Dirigente del settore di riferimento ha richiesto di utilizzare le somme derivanti dall’affrancazione e dall’alienazione di terreni di proprietà collettiva previa autorizzazione allo svincolo da parte del Consiglio comunale».

I due punti sono stati sottoposti singolarmente a votazione e ciascuno di essi è stato approvato con il medesimo esito: 14 voti favorevoli e 1 contrario (Luigi Parisella).

Successivamente il capogruppo FI Vincenzo Carnevale ha illustrato l’ultimo punto all’odg, inerente l’autorizzazione allo svincolo di somme per la riqualificazione e realizzazione di infrastrutture per il collegamento tra Salto Covino e Borgo Sant’Anastasia, comprensivo di servizi per la mobilità, accoglienza turistica e riqualificazione ambientale, accesso a mare, precisando che l’Amministrazione comunale ha proceduto allo «svincolo di somme in avanzo di bilancio che utilizzeremo per portare a termine i lavori della pista ciclabile».

Il punto è stato approvato con 13 voti favorevoli e 1 contrario (Luigi Parisella).