Comune di Fondi

Il portale ufficiale del Comune di Fondi

Contrasto al caporalato: il testo della mozione approvata in Consiglio il 29/07/2022


Il testo integrale della mozione presentata in Consiglio nella seduta del 29 luglio 2022

Premesso che:

  • il fenomeno, sociologicamente conosciuto come “caporalato”, inteso quale ogni forma di sfruttamento e/o abuso dei lavoratori viene riscontrato in molti settori produttivi dell’economia ed in particolare quelli dell’agricoltura, della logistica, dell’edilizia e dei servizi ad alta intensità lavorativa;
  • il contrasto allo sfruttamento del lavoro nero in settori particolarmente “sensibili” è un obiettivo importante e prioritario a salvaguardia della popolazione e dell’economia territoriale;
  • il citato fenomeno, grazie al prezioso lavoro delle Forze di Polizia e della Magistratura, è spesso oggetto delle cronache giudiziarie nazionali e locali;
  • nell’ottica della promozione e della valorizzazione della c.d. “inclusione socio-lavorativa”, nonché della cultura della legalità, in ogni settore economico è necessario attivare azioni coerenti con il Piano Triennale di Contrasto al Caporalato nelle sue più svariate forme, avviato dal Ministero del lavoro al fine di collaborare per l’attuazione delle linee di intervento in esso contenute;
  • è necessario coniugare la qualità del lavoro e le esigenze delle imprese, affinché tali situazioni non vengano più a verificarsi, anche come concezione culturale di tutta la collettività; 

Rilevato che anche nella Provincia di Latina sono state rilevate forme di caporalato nell’ambito della filiera agricola per le quali la Prefettura di Latina Prefettura, di intesa con le preposte Forze di Polizia, le forze sindacali e datoriali, ha attivato le azioni di sua competenza in termini di prevenzione, monitoraggio e repressione;  

dato atto che gli episodi di sfruttamento della manodopera, pur essendo ricorrenti, sono comunque riconducibili ad un numero limitato di aziende rispetto alle tante altre che invece operano nella correttezza e nel rispetto dei doveri contrattuali;

richiamati gli articoli 4 e 117, terzo comma, della Costituzione, la normativa europea e nazionale in materia di tutela e sicurezza del lavoro e, in particolare, la Legge n. 199/2016, recante “Disposizioni in materia di contrasto ai fenomeni del lavoro nero, dello sfruttamento del lavoro in agricoltura e di riallineamento retributivo nel settore agricolo”, con cui sono state previste specifiche misure di tutela per i lavoratori stagionali in agricoltura  nonché responsabilità e sanzioni per le organizzazioni di qualsiasi forma e natura e per gli imprenditori che fanno ricorso alla loro intermediazione;

considerato che l’Amministrazione comunale, di intesa con la Prefettura, le forze sociali e datoriali, intende favorire una maggiore consapevolezza, anche dell’opinione pubblica, sulla delicatezza e gravità di ogni forma di caporalato e/o sfruttamento della manodopera al fine di prevenirne ogni potenziale episodio;

il Sindaco e la Giunta si impegnano:

a) a manifestare al Prefetto di Latina la piena disponibilità a condividere azioni ed iniziative nell’ambito del lavoro di concertazione già avviato con le Forze di polizia, le organizzazioni datoriali e sindacali;

b) ad intraprendere ogni azione di propria competenza per contrastare qualsiasi forma di sfruttamento della manodopera, supportando le tante aziende del territorio che operano nella correttezza e nel rispetto dei doveri contrattuali;

c) a favorire nel territorio comprensoriale l’analisi dei dati e dei bisogni rilevabili delle diverse aziende presenti, per contribuire alla definizione degli indirizzi e delle linee di intervento da attivare, anche in coerenza con il piano triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo;

d) a promuovere apposite campagne di sensibilizzazione sul rispetto dei dritti dei lavoratori e contro ogni forma di sfruttamento degli stessi in collaborazione con le imprese, le Associazioni e le scuole del territorio.