Comune di Fondi

Il portale ufficiale del Comune di Fondi

Oggi 28 ottobre l'inaugurazione della mostra ''Il delitto di Giarre''


Tutto pronto per l’inaugurazione della mostra multimediale “Il delitto di Giarre”, promossa dal Circolo Pata Pata e Agedo Basso Lazio con il patrocinio del Comune di Fondi e del Parco Naturale regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi.

L’appuntamento è a partire dalle 18:00 di oggi venerdì 28 ottobre.

L’esposizione resterà aperta anche sabato dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 21:00 e domenica negli stessi orari.  

Il tema della mostra

Quasi abbracciati e mano nella mano, uccisi entrambi da un colpo di pistola alla testa. Furono trovati così, il 31 ottobre 1980, sotto un enorme pino marittimo a Giarre, i corpi del venticinquenne Giorgio Agatino Giammona e del quindicenne Antonio Galatola, detto Toni. Per tutti in paese le vittime erano «i ziti», i fidanzati.

A rendere inaccettabile quella relazione è solo l’orientamento sessuale dei due. La vicenda scosse fortemente l’opinione pubblica, che fu portata per la prima volta a riconoscere l’esistenza dell’effettiva discriminazione verso le persone omosessuali.

Attraverso l’attenta ricostruzione del delitto, alla luce di articoli dell'epoca e di testimonianze dall’ambiente familiare degli ziti, da quello civico giarrese e da quello degli attivisti/e, la mostra - prodotta da Agedo Basso Lazio e a cura di Francesco Lepore, autore de Il delitto di Giarre, edito da Rizzoli - racconta quattro decenni di battaglie e rivendicazioni del movimento LGBT+.

Installazione audio e testi: Maurizio Morelli. Voce narrante: Gianna Chillà.