Comune di Fondi

Il portale ufficiale del Comune di Fondi

“Undici volte Rodari” a Fondi: Venerdì 28 Agosto 2020, ore 19.30, largo Elio Toaff e corte della Giudea


Fondi, 26 Agosto 2020

AGLI ORGANI DI STAMPA

 

E’ di scena a Fondi, Venerdì 28 Agosto p.v. alle ore 19.30 nella favolosa quinta teatrale offerta da largo Elio Toaff e dall’antica corte della Giudea, il quarto appuntamento di “Undici volte Rodari”, il tour letterario per bambini e famiglie dedicato nel centenario della nascita a Gianni Rodari: un genio multiforme, amatissimo scrittore per l’infanzia, giornalista, pedagogo e intellettuale.  

L’evento si svolge sia in diretta Facebook (sulla pagina @leggimisempre), sia con pubblico dal vivo con ingresso libero, nel rispetto delle norme anti Covid-19 (prenotazione obbligatoria: WA 328.1337395).

Il progetto itinerante, che tocca undici Comuni del Sud Pontino, è realizzato dal Sistema Bibliotecario Sud Pontino in collaborazione con Leggimi Sempre (grazie alla Legge Regionale n.42/1997, Avviso pubblico “La Cultura fa Sistema” 2019). Tutti gli eventi si svolgono con la musica dal vivo di ARS-Arte Ricerca Sperimentazione e in sinergia con le 11 Biblioteche del Sistema. Radio Show Italia è la radio ufficiale della manifestazione.

L’appuntamento di Venerdì prossimo, in collaborazione con il Comune di Fondi e la Biblioteca Comunale “Dan Danino di Sarra”, vede protagonisti alcuni dei bambini “speciali” inventati dal premio Andersen: Alice Cascherina, Giacomo di Cristallo, Giovannino Perdigiorno, Gelsomino nel paese dei Bugiardi, i gemelli Marco e  Mirco, la Pianta Paolino, fino al bambino che è “uno e sette”.

«Sono bambini trasparenti o smontabili; future querce, quasi-astronauti  o quasi-alieni; minuscoli da finire in una conchiglia, inventori di lingue segrete o gianburrasca col martello, o portatori di una voce portentosa che spacca le finestre e dice solo la verità racconta Cristina Gattamorta di Leggimi Sempre –. Come è stato scritto, sono bambini “di carta”, eppure, proprio perché incredibili e liberi dalle etichette dei grandi, tanto più autentici e simili ai bambini veri ».

A Largo Toaff, accompagnati dalla chitarra di Sandro Sposito dell’A.R.S. e dalla proiezione di illustrazioni d’autore (Lele Luzzati, Bruno Munari, Altan, Sophie Fatus, Beatrice Alemagna e altri),  si leggeranno favole, filastrocche e stralci di romanzi di Rodari da “Fiabe lunghe un sorriso”, “Favole al telefono”, “Filastrocche lunghe e corte”, “Il libro degli errori”, “Il libro dei perché” e “Giacomino nel Paese dei Bugiardi”, seguendo il tema dei “bambini fantastici”.

Sarà continuo il coinvolgimento del giovane pubblico, con momenti di scambio, invenzione e gioco (per Rodari «giocare è una cosa seria»): in particolare, la “Grammatica della fantasia” (1973) sarà fonte di ispirazione per far scrivere o disegnare ai bambini una breve storia “alla Rodari”. Del manuale teorico-pratico («introduzione all’arte di inventare storie») ricco di esperimenti linguistici e letterari, paradossi creativi, riferimenti alla poesia, alla pittura, alla pedagogia, al sogno si proporrà il capitolo 23 («Franco Passatore mette le “carte in favola”») per scrivere una storia collettiva.

Intanto, nel cortile della Giudea, con ingresso libero da Largo Toaff, tutti i bambini e le famiglie anche coloro che non si fossero prenotati – potranno accedere, nel rispetto delle norme anti Covid-19, agli stand delle librerie di Fondi Il Pavone e Il Seme, per un incontro con i librai Marianna Coscione e Gianluca Tolone e pillole di lettura da libri per ogni età: cartonati, albi illustrati, favole e primi romanzi.

«Il Comune di Fondi ha aderito con entusiasmo all’iniziativa “Undici volte Rodari”: è fondamentale riscoprire insieme ai nostri bambini, a Fondi come nel mondo, l’immenso valore di Gianni Rodari come massimo scrittore e intellettuale del XX secolo dichiara il Vice Sindaco Beniamino Maschietto . La poesia e gli ideali di Rodari sono oggi di straordinaria attualità e importanza: il rispetto dell’infanzia e delle differenze, il valore della libertà e della pace contro gli autoritarismi, la fantasia come grammatica della vita e risposta all’omologazione».

Tra piazze, parchi e teatri all’aperto del Sud Pontino, “Undici volte Rodari” ha già fatto sosta a Monte San Biagio (25 Luglio), Lenola (12 Agosto) e Campodimele (20 Agosto). Dopo la tappa di Fondi (28 Agosto), l’«avventura vagabonda» proseguirà a Castelforte (31 Agosto, Piazza San Rocco), Terracina (10 Settembre, Piazza del Municipio) e Gaeta (22 Settembre, Piazza Goliarda Sapienza). Le tappe di Ottobre verranno annunciate nelle prossime settimane.