Comune di Fondi

Il portale ufficiale del Comune di Fondi

Venerdì 20 agosto a Fondi il grande concerto della Fanfara dei Carabinieri


Grande attesa a Fondi per il concerto della Fanfara dei carabinieri. Dopo l’esibizione di Gabicce Mare e di Bracciano, i 45 musicisti diretti dal Maestro Luogotenente Danilo De Silvestro si esibiranno nel teatro all’aperto di Piazza De Gasperi a Fondi. L’appuntamento con la Fanfara della Legione Allievi Carabinieri di Roma è per venerdì 20 agosto a partire dalle ore 21:00.

Sulla scia dei grandi concerti di Gianmarco Carroccia e Mogol (16/08) e Desire Capaldo (17/08), la città si prepara ad accogliere gli straordinari musicisti dell’Arma che eseguiranno un vasto repertorio. Dalle marce sinfoniche e militari alla musica lirica e contemporanea: l’evento sarà un trionfo di armonie nonché una grande festa dedicata al linguaggio universale della musica.

Si tratta di un evento voluto e particolarmente sentito dal sindaco di Fondi Beniamino Maschietto che ha inteso il concerto come un inno ai sani valori ispirati dal rispetto e dalla legalità.

Sarà possibile partecipare al concerto mostrando il green pass ai varchi d’accesso.

Per saperne di più sulla Fanfara

L’istituzione della Fanfara nell’Arma dei Carabinieri (che già contava dal 1820 alcuni trombettieri, chiamati “trombetti”) risale ufficialmente al R.D. 18 giugno 1862, nel quale fu stabilito per il Corpo dei Carabinieri Reali di “(...) aumentare la forza degli Stati Maggiori di tutte le Legioni onde.... impiegare alcuni uomini al servizio di trombettiere e ... istituire, presso la XIV Legione (corrispondente alla Legione Allievi Carabinieri di Torino) che ha un gran numero di uomini concentrati a Napoli e che occorre talvolta riunire.... una fanfara di 24 individui (...)”. 

Nell’agosto 1862 la Fanfara della XIV Legione fu affidata alla direzione del Brigadiere trombettista Francesco Cabella in seguito, nel 1885, fu quindi trasferita da Torino a Roma. La Fanfara della Legione Allievi Carabinieri fu il nucleo che determinò successivamente la formazione della "Musica" dell’Arma (1894) e poi della Banda (1910) che, attraverso affinamenti successivi, ha assunto la fisionomia attuale.

Le esigenze addestrative del Corpo, tuttavia, suggerirono di ripristinare l’antico complesso bandistico (la Fanfara) che fu formalizzato con circolare n. 161/8 del 31 luglio 1951 che stabiliva, per quel personale, di indossare la GUS con il pennacchio rosso e bianco nonché la caratteristica “lira” musicale, e di dotare tale complesso musicale, inizialmente formato da strumenti in ottone e percussioni, di strumenti ad ancia semplice e doppia. Quindi strutturalmente come organico, una vera e propria Banda Musicale

Tale complesso è attivo sia per i servizi istituzionali di rappresentanza, sia per un’intensa attività concertistica che l’ha visto protagonista in diverse Città e Teatri italiani (Parco della Musica in Roma, Filarmonico di Verona) nonché all’estero come Malta, Germania, Inghilterra, Francia e Svizzera.

La Fanfara vanta partecipazioni in importanti rassegne musicali e festival nazionali tra i quali si annoverano: Festival dei Due Mondi di Spoleto; partecipazioni quale complesso musicale designati all’apertura di importanti concorsi bandistici quale “Bacchetta d’Oro” in Frosinone/Fiuggi e in alcuni concorsi di composizione, quale Corciano.

Il repertorio del complesso musicale spazia da quello celebrativo (Marce e Inni) a quello lirico-sinfonico con particolare predilezione per la letteratura nata appositamente per Banda. Inoltre la Fanfara compie una rilevante funzione educativa, effettuando concerti didattici per le scuole (approfondendo le musiche di carattere storico) e collabora costantemente con i conservatori di Roma e Frosinone.

Il complesso musicale vanta, inoltre, alcuni gemellaggi con Bande Musicali di altri Paesi esteri quali: Fanfara della Koninklijke Marechaussee (Forza di Polizia Militare) dei Paesi Bassi e Banda delle Forze Armate della Romania.

Parallelamente a questa attività musicale, la Fanfara accompagna con appropriate musiche di galoppi e trotti il famoso Carosello Storico del 4° Reggimento Carabinieri a cavallo, il quale si è anche esibito nell’anno 2001, in piazza di Siena, al cospetto della Regina Elisabetta II d’Inghilterra.

Attualmente la Fanfara è composta da 45 militari-musicisti, provenienti dai Conservatori italiani e diretti, dall’agosto del 1997 dal Maestro Luogotenente Danilo di Silvestro.